Internet è un sistema di reti collegate tra di loro grazie a precisi protocolli che permettono la distribuzione delle informazioni. Questa grande rete funziona grazie al modello client-server 

-      -  client che può essere il pc collegato alla tua rete Wi-Fi di casa o dell’ufficio.

-       - server su cui si trovano le informazioni, nel momento in cui digiti un sito nella barra di ricerca del tuo browser (tipo Google Chrome) gli mandi una richiesta di informazioni. 

Il risultato è che nel giro di pochi secondi il tuo pc accederà alle informazioni richieste.

Ovviamente il funzionamento di internet è più complesso di così, perché ci sono vari processi che permettono lo scambio di informazioni, ma questo può essere uno schema di base da cui partire.

 

Quale è la funzione principale di un server?

 

Un server è un computer, locale o remoto, utilizzato per fornire a uno o più utenti contemporaneamente dei servizi di vario tipo:

-      -  Archiviazione dati

-      -  Condivisione stampanti

-       - Informazioni di qualsiasi genere su Internet (hosting)

-       - Posta elettronica

-       - Giochi online

Un server è un componente informatico che ha la funzione di elaborare e gestire i dati inviandoli a coloro che ne fanno richiesta (clients).

Come detto, un server può essere locale, accessibile cioè solo da una rete domestica o di un ufficio e quindi da pochi utenti, oppure può essere un server remoto, accessibile da tutto il mondo, senza che la posizione fisica del server possa influenzare la sua accessibilità.

Una delle caratteristiche principali di un server è quello di essere sempre in funzione, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Questo scambio di informazioni tra server e client avviene tramite dei protocolli standard. Ad esempio, quello per il web, avviene tramite i protocolli http o https.

Un po di storia sui server

La rivoluzione dei server, e del mondo informatico, passa attraverso la possibilità che i vari computer potessero collaborare tra di loro, rispondendo anche a richieste diverse nello stesso momento.

A partire dal 1975,  nazioni come il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Germania e il Canada cominciarono ad utilizzare i server per l’invio della posta (niente più carta quindi).

Dal 1980 in poi, la loro ulteriore diffusione e commercializzazione ha portato alla creazione prima di reti locali per scopi privati, e poi, su più larga scala alla creazione di quella rete che tutti noi oggi conosciamo come Internet.

Server Farm: la casa dei server

 

Dove vengono ospitati questi server? La riposta è, come sempre, dipende. Infatti, abbiamo parlato di rete locale e rete globale.

Le reti locali sono le reti che hanno ridotte dimensioni e che, quasi mai, consentono un accesso da chi è all’esterno.

I server che costituiscono Internet, si trovano, fatte rare eccezioni in degli edifici appositamente progettati e realizzati per questo. Il loro nome è server farm.

In una server farm si trovano un elevato numero di server interconessi tra di loro ai quali viene fornita tutta l’energia e la connettività di cui hanno bisogno per essere sempre raggiungibili.

 

Il numero di server presenti varia da caso a caso, generalmente parliamo di migliaia di server in una singola farm. Ogni server è connesso all’altro e connesso ad una gestione dei server centralizzata.

I server ospitati nelle server farm sono in grado di eseguire simultaneamente applicazioni e servizi differenti.

 

Quanti tipi di server ci sono?

 

1 - SERVER WEB

Sono server che forniscono contenuti  ai browser utilizzati dagli utenti. In pratica questi contenuti vengono recuperati dai file o dai database presenti nel server e trasferiti ai computer dei clienti. Come detto in precedenza, questo scambio d’informazioni vengono trasferite dal server al computer degli utenti tramite il protocollo https.

 

2 - SERVER MAIL (SERVER DI POSTA ELLETTRONICA)

 

Sono dispositivi appositamente utilizzati per trasferire o archiviare i messaggi di posta elettronica scambiati tra privati, aziende o istituzioni. Il tipo di reti su cui agiscono questi server possono essere LAN, WAN oppure Internet.

 

3 - SERVER FTP

 

Il protocollo che da il nome a questo tipo di server è il File Transfer Protocol . Esso fornisce una modalità sicura di trasferimento tra due computer, o tra un computer e un server. Per trasferimenti ancora più sicura si una il più moderno protocollo SFTP.

 

4 - VIRTUAL SERVER

 

Un Server Virtuale rappresenta una variante rispetto ai server in senso classico. Si tratta di una virtualizzazione di un server dedicato, si tratta cioè di un frazionamento di un server più grande che può essere riavviato e gestito in modo indipendente.

 

5 - AUDIO E VIDEO SERVER

In questo caso abbiamo a che fare con server grazie ai quali possono essere fornite esperienze multimediali grazie allo streaming di video e audio tramite Internet.

 

6 - CHAT SERVE

 

Server che consentono lo scambio di informazioni testuali. Un po’ come succedeva nei vecchi newsgroup con la differenza che oggi si ha uno scambio di informazione in tempo reale.

 

7 - FAX SERVER

Questo genere di server sono una delle migliori soluzioni per le aziende che hanno la necessità di scambiarsi comunicazioni cartacee….senza l’utilizzo della carta.

 

8 - GROUPWARE SERVER

Gli utenti che hanno la necessità di lavorare insieme, pur trovandosi in luoghi anche distanti tra di loro, trovano la loro risposta nei server groupware. Si tratta di sistemi appositamente creati per la collaborazione a distanza. Possono essere di tipo intranet oppure internet.

 

9 - LIST SERVER

Sicuramente sarà capitato di essere iscritto a qualche mailing list oppure di gestirne una tutta tua. I server che ricadono in questa categoria sono appunto quei server che consentono di gestire le mailing list. Ma non solo, possono essere utilizzati anche per gestire comunicazioni unidirezionali come le newsletter.

 

10 - SERVER PROXY

E’ un server intermedio che separa l’utente finale dal sito web che sta navigando. Un server proxy fornisce diversi livelli di sicurezza e privacy in funziona della necessità individuali o aziendali.

Per un uso domestico può limitare l’accesso ad informazioni inappropriate come materiale pornografico e per adulti. Mentre per un azienda può limitare l’accesso ai social network da parte dei dipendenti.

 

Può quindi limitare l’accesso a contenuti specifici, ma anche permetterti di farlo quando ci sono delle restrizioni che vuoi aggirare.

I Server Cloud

Un server cloud è un server che condivide le proprie risorse (cpu, hard disk e banda) con altri server con lo scopo principale di bilanciare le richieste che provengono dalla rete e fornire risposte nel più breve tempo possibile.

Si tratta di un sistema di condivisioni delle risorse. In questo modo le risorse vengono utilizzate a pieno solo quando e dove è necessario.

Se non fosse così, l’unica risposta possibile sarebbe quella di avere dei super server (con risorse eccezionali) capaci di fornire informazioni anche quando si registra un eccesso di traffico.

Ci sono principalmente tre tipi di cloud server che possono essere utilizzati. Questo in funzione delle specifiche esigenze si chi li richiede.

 

Cloud Server Privati

Sono server che un’azienda utilizza per  mettere a disposizione dei propri dipendenti delle informazioni e documenti.  In questo caso, tramite una rete locale, i dipendenti possono dover attingere a questo genere d’informazioni ogni volta che ne hanno bisogno.

 

Cloud Server Pubblici

 

La più diffusa definizione di cloud server è virtual machine che un fornitore di hosting ospita presso la propria struttura (server farm) e per il quale fornisce accesso continuativo tramite Internet.

Questo tipo di servizio viene conosciuto anche come IAAS (infrastruttura come servizio) e tra i più famosi ci sono quelli di Amazon e quelli di Google.

 

La sicurezza dei server

Il discorso della sicurezza di un server è ovviamente strettamente legato al concetto di affidabilità. Un server che non è sicuro non sarà nemmeno affidabile e quindi, il tempo di downtime, sarà decisamente peggiore.

Un server sicuro è un server che garantisce la sicurezza delle informazioni che vengono scambiate tra un client e il server stesso.

 

I server sicuri utilizzano il protocollo SSL (Secure Sockets Layer) che si preoccupa di criptare e decriptare i dati scambiati per garantire la sicurezza dell’utente finale.

 

Questa esigenza si è fatta sempre più impellente da quando l’e-commerce è diventato sempre più diffuso e da quando sono tantissime gli acquisti che vengono fatti ogni giorno online.

Come si gestisce un server

 

Per gestire un server ci vuole molta esperienza. I fornitori di hosting forniscono generalmente due tipi di servizio:

-       il primo è un servizio di hosting gestito (managed), tramite il quale il cliente si deve occupare solo di far funzionare il proprio sito.

-       nel secondo caso, un fornitore di hosting affitta dei server dedicati ai clienti che saranno anche responsabili della loro amministrazione.

 

La figura professionale che si occupa delle gestione di un server viene definito amministratore di server, o anche server admin.

E’ lui che ha la responsabilità della gestione e del monitoraggio delle prestazioni.

Un amministratore di server deve essere esperto anche di reti e fare in modo che tutto il sistema (server e rete) funzionino perfettamente senza degradazioni delle prestazioni.

 

 

Un amministratore di server è una figura professionale molto cercata. Si può diventare amministratori di server facendo dei corsi con diversi livelli formativi (UdemyRed Hat) ai quali non può mancare una esperienza pratica sul campo.

 



Lunedì, Febbraio 15, 2021





« Indietro

Powered by WHMCompleteSolution